Juan Mata è il primo calciatore al Davos World Economic Forum

Per la prima volta nella storia un GIOCATORE DI CALCIO è intervenuto al World Economic Forum di Davos.
Juan Mata è il primo calciatore ad aver aderito al progetto Common Goal per donare l’1% del suo stipendio a cause benefiche che usano il calcio stesso per cambiare il mondo, insieme tra gli altri a Giorgio Chiellini, unico giocatore italiano.
In un paese dove il sistema calcio è in crisi, dove i dirigenti e i giocatori fanno fatica a esporsi in prima persona su temi come razzismo e omosessualità ad esempio, i giocatori che aderiscono a Common Goal scelgono di investire sulla potenzialità del calcio di cambiare il mondo e in questi giorni sono andati a raccontarlo a chi il mondo lo governa.

Come Balon Mundial crediamo che il sistema calcio abbia un impatto su tutto il mondo, che sia livello economico che sociale, che il calcio ha la forza di raggiungere miliardi di persone e siamo orgogliosi di essere parte del network di StreetFootballWorld il cui fondatore Jurgën Griesbeck è anche promotore dell’iniziativa Common Goal.

direttivo 2013-2015

Assemblea soci: 28 Gennaio 2018

Assemblea dei Soci di Balon Mundial prevista per Domenica 28/01 alle ore 16 presso la sede di Uisp Torino in Via Nizza 102 nella quale si eleggerà il nuovo Direttivo e si approverà il bilancio preventivo del 2018.

Quello nella foto il vecchio direttivo del 2013-2015 (Tommaso Pozzato, Luca Dalvit, Federica Rosa, Irene Pepe, Tapia, Carlos Climaco e Monica Zampolini), poi 2015-2017 (Tommaso Pozzato, Luca Dalvit e Francisco Prieto) e chi comporrà il direttivo 2018-2020?

direttivo 2013-2015

L’ordine del giorno della Assemblea soci sarà:

1) Elezione del Consiglio Direttivo come previsto da statuto
2) Approvazione del bilancio consultivo 2016/2017
3) Approvazione del bilancio preventivo 2017/2018
4) Organizzazione “Balon Mundial – La Coppa del Mondo delle Comunità Migranti 2018”
5) Organizzazione “Balon Mundial – Football Communities 2018”
6) Varie ed eventuali

L’assemblea sarà validamente costituita secondo le norme statutarie e potranno prendervi parte solo coloro I quali si saranno tesserati come soci di A.S.D. BALON MUNDIAL ONLUS entro il 19/01/2018.

Vi aspettiamo numerosi!

Incontro con i partner di Sport Nostrum

SPORT NOSTRUM FOSTERING DIALOGUE AND SOCIAL INNOVATION IN THE MEDITERRANEAN REGION

Domani, 24 Gennaio 2018, saremo a Milano per il primo incontro dei partner di Sport Nostrum.

L’incontro mira a raggiungere un accordo tra i partecipanti sulla creazione di un partenariato di lavoro
e l’istituzione di “Sport Nostrum” come un gruppo informale, a lungo termine, multisettoriale e a tempo indeterminato per identificare sviluppare e collegare iniziative innovative nel campo del dialogo e del cambiamento sociale attraverso lo sport nella regione mediterranea.

Interverranno Paolo Bertaccini per Milan International Meeting “Sport for Social Inclusion and Development”, Massimiliano Montanari, Executive Director di Save the Dream, Fiona May, della Commissions of Fair Play and Social Responsibility della UEFA, Dr. Constantinos Filis, Director, International Olympic Truce Centre (IOTC), Marwan Maghur, Member of the International Committee of the Mediterranean Games (ICMG) Executive Committee, João Paulo Almeida, Director General, Portuguese Olympic Committee (COP) e Piero Bassetti, President, Globus et Locus.

Women's_World_Cup_Results

La storia del calcio femminile

È un mito pensare che il calcio femminile sia nuovo o un’attività di nicchia.

Il riferimento ad una partita di calcio per sole donne è registrato vicino a Musselburgh, in Scozia nel 1795. La prima associazione di giocatrici femminili è stata fondata nel lontano 1894 in Gran Bretagna e gli attuali tassi di partecipazione al calcio femminile indicano che in alcuni paesi è uno degli sport in più rapida crescita.

Tuttavia, mentre la crescita del calcio femminile è stata riconosciuta e i paesi hanno specifiche strategie calcistiche per le donne, è ancora necessario percorrere alcune distanze prima che si possa affermare che le donne sono ugualmente rappresentate nel mondo del calcio.

Nonostante l’inizio precoce del calcio femminile notato sopra, il gioco ha avuto una storia difficile, è stato persino vietato dalla Football Association dal 1921 al 1971. Ma da allora ci sono stati alcuni progressi:

  • Negli Stati Uniti d’America, le donne costituiscono poco più del 40% di tutti i giocatori di calcio.
  • Da quando è stata fondata la prima squadra nazionale di calcio femminile sudafricana nel 1993, Banyana Banyana ha “fatto accadere” per il calcio femminile in Sudafrica. I giocatori della squadra nazionale sono diventati icone ispiratrici e modelli di riferimento per migliaia di donne e ragazze sudafricane.
  • In Iran, le donne hanno sfidato un divieto di 18 anni da stadi sportivi invadendo lo stadio Azadi di Teheran per celebrare la qualificazione della squadra nazionale per la Coppa del Mondo FIFA 1998 in Francia.

Nonostante questi progressi, in alcuni paesi per motivi culturali la partecipazione delle donne al gioco è ostacolata. È importante ricordare che il razzismo e l’etnia possono anche influenzare il modo in cui le squadre femminili si esibiscono e le opportunità di partecipazione al calcio per ragazze e donne.

Women's_World_Cup_Results*https://en.wikipedia.org/wiki/FIFA_Women’s_World_Cup

Qualche riferimento temporale:

  • 1895 Prima partita ufficiale di calcio femminile in Inghilterra
  • Nel 1974 è stata costituita la South African Women’s Football Association (SAWFA), un’organizzazione gestita da donne bianche, sebbene aperta anche ai calciatori di altre etnie. Le donne calciatrici e le donne in generale hanno contribuito notevolmente alla lotta contro l’apartheid
  • 1991 La prima Coppa del Mondo femminile FIFA è stata vinta dagli Stati Uniti
  • 2011 Il Giappone diventa la prima squadra asiatica a vincere la Coppa del Mondo di calcio femminile
  • Nel 2012 le cifre ufficiali di partecipazione a questo livello, hanno mostrato il calcio come lo sport di squadra più popolare per le donne in Inghilterra

*Scattata da Irene Pepe alla conferenza #FIFA4EQUALITY, altre immagini sul nostro account Instagram

Il presidente della FIFA, Gianni Infantino, esorta la comunità calcistica ad adottare ulteriori quote per aumentare il numero di donne nei ruoli decisionali, al fine di contribuire a garantire il futuro del gioco. Nonostante non sia ancora mai stata una donna alla presidenza della FIFA, è stata nominata la prima segretaria generale femminile, Samoura (nella foto), e grazie alle nuove riforme che limitano il potere del presidente della FIFA diventa probabilmente una delle figure più importanti del calcio mondiale.

Nonostante i progressi sopra illustrati, il calcio femminile e lo sport in generale continuano a ricevere una copertura ineguale da parte dei media. L’equità di genere come termine include una gamma molto più ampia di problemi rispetto alla “semplice” inclusione delle donne, e le questioni più generali sull’equità di genere toccano molte delle questioni relative allo sviluppo del calcio femminile.

Alcune aree chiave del cambiamento combattute dalle donne che cercano di apportare cambiamenti nel e attraverso il calcio:

  • Migliore copertura mediatica del calcio femminile
  • Una distribuzione più equa del denaro del calcio per lo sviluppo del calcio femminile
  • Garantire che le donne di tutte le provenienze siano rappresentate in posizioni di potere e influenza, in particolare nel calcio femminile ma non solo
  • Legislazione o disposizione di leggi che migliorano la discriminazione sessuale e le molestie nel e attraverso il calcio

          La lotta per l’equità per il calcio femminile è una questione sociale ed economica, nonché una lotta geopolitica in tutti i paesi e all’interno di essi.  

Noi come Balon Mundial crediamo nell’importanza di questa lotta.


Irene Pepe, tradotto e riadattato da Football myths: women’s football as a new development, capitolo del corso www.futurelearn.com/courses/football.

3 news bm2018-01

3 novità per partecipare a BALON MUNDIAL 18

3 news bm2018-01

In questo articolo cercheremo di essere sintetici e potete trovare maggio dettagli su tutte le novità nei link di approfondimento!

  1. REQUISITI NUOVO PER PARTECIPARE A FOOTBALL COMMUNITIES E BALON MUNDIAL
  • Necessario pre-iscriversi a BALON MUNDIAL 2018 e a FOOTBALL COMMUNITIES entro il 15 FEBBRAIO 2018. L’invio della manifestazione di interesse non garantisce la partecipazione al torneo ma è una pre-iscrizione necessaria all’organizzazione per pianificare le fasi successive. Per presentare la propria candidatura è necessario compilare i moduli linkati tra parentesi (Football Communities e Balon Mundial) oppure inviare una mail a info@balonmundial.it indicando come oggetto MANIFESTAZIONE DI INTERESSE BALON MUNDIAL 2018 e nella mail:
    • Nome e Cognome
    • Squadra Nazionale che si vuole iscrivere
    • Maschile/Femminile
    • Numero di Telefono
    • Email
    • Disponibilità a partecipare ai corsi obbligatori
  • Non saranno iscritte squadre senza un FANS MEDIATOR formato e certificato né a Football Communities né a Balon Mundial 2018. Le squadre che vorranno partecipare a Balon Mundial 2018 e a Football Communities dovranno OBBLIGATORIAMENTE includere nel modulo di preiscrizione il nome del Fans mediator che dovrà partecipare a due momenti formativi prima dell’inizio del torneo.
    Il Fans Mediator può essere chiunque partecipi ai 2 incontri a nome della squadra e che si dovrà presentare ad ogni partita in panchina e in distinta. NON può essere un dirigente o l’allenatore ad esempio, perché NON può entrare in campo, deve stare con i tifosi.
    Il/i rappresentante/i che parteciperanno ai corsi dovranno compilare un apposito modulo. Il Fans Mediator dovrà essere presente ad ogni partita della propria squadra pena la perdita di punti nella classifica disciplina o altra sanzione come da regolamento che verrà pubblicato. LEGGI MAGGIORI INFO SULL‘ARTICOLO DEDICATO E COMPILA IL MODULO.
  • Nasce il FAIR PLAY TEAM: un’opportunità di applicare la carta etica ad ogni singola partita. Il Fair Play Team costituirà la Commissione Disciplinare che valuterà i referti degli arbitri ma soprattutto i comportamenti delle squadre in campo nei nostri tornei. Attorno ai nostri campi i volontari devono poter saper leggere la partita e intervenire per sospendere, mitigare, segnalare all’arbitro tutti quei comportamenti che allontanano il gioco dall’essere corretto e lontano dallo spirito di Balon Mundial. Per fare parte del gruppo di volontari e volontarie che si occuperà di diffondere e difendere campo i valori delle differenze e del fair play. LEGGI MAGGIORI INFO SULL’ARTICOLO DEDICATO E COMPILA QUESTO MODULO.

Per info contattateci a info@balonmundial.it

1 weekend di #BM2016

Chi sono i FANS MEDIATOR?

“Promuove una cultura del tifo sano e rispettoso degli avversari e degli arbitri”.

Art.3 Carta Etica dello sport di Balon Mundial

“Promuove in modo attivo tra giocatori e supporter il valore della regola e del rispetto quale fondamento della convivenza e del vivere positivamente nella collettività”

Art.6 Carta Etica dello sport di Balon Mundial

Balon Mundial è il torneo delle comunità migranti e chi è già venuto a vedere le nostre partite sa che il pubblico attorno campi è numeroso, acceso, colorato e rumoroso: come tutte le feste che si rispettino e noi pensiamo che il Balon Mundial sia un po’ la festa del calcio migrante e di tutti coloro che lo supportano. Il calcio di Balon Mundial vuole essere un momento di incontro tra le comunità dentro e fuori dal campo e quindi anche negli spazi del tifo devono essere rispettati i principi etici della manifestazione.

Con questo obiettivo abbiamo deciso di introdurre la figura del Fans Mediator. Il Fans Mediator si occuperà di trasmettere i valori della manifestazione al pubblico e di rafforzarne il legame con la squadra. Tutte le squadre che parteciperanno a Football Communities e a Balon Mundial dovranno obbligatoriamente avere un Fans Mediator per partecipare alle manifestazioni e presente alle partite.

Il Fans Mediator seguirà un percorso formativo obbligatorio sui valori di Balon Mundial, un corso sulla discriminazione nello sport e uno sulla non violenza nello sport e sarà il punto di riferimento e di raccordo tra i volontari, gli organizzatori e il pubblico attorno ai campi.

Il Fans Mediator, insieme alla creazione del FAIR PLAY TEAM, è un ulteriore passo in avanti per la promozione e il perseguimento dei valori e dello spirito del gioco di Balon Mundial, un ulteriore passo di partecipazione attiva e responsabilità per le comunità nonché un’applicazione della Carta Etica dello Sport di Balon Mundial.

 

A seguire le date della Formazione sono divise tra i FANS MEDIATOR per Football Communities e per Balon Mundial. 

Ci saranno anche gli eventi su FACEBOOK per non dimenticarselo!

 

Fans Mediator Football Communities:

corso discriminazione nello sport: 26 Febbraio 2018 h. 19.00-23.00 presso l’impianto sportivo Massari in Via Massari 114-116, Torino

corso contro la violenza nello sport: seconda metà di marzo

 

Fans Mediator Balon Mundial:

corso discriminazione nello sport: 27 Febbraio 2018 h. 19.00-23.00  presso l’impianto sportivo Massari in Via Massari 114-116, Torino

corso contro la violenza nello sport: seconda metà di marzo

 

Come iscriversi alle date di formazione? -> Compilando questo modulo

 

FAQ

Il corso è gratuito? Si

Il corso rilascia un attestato? Si

Chi può farlo? Il Fans Mediator può essere chiunque partecipi ai 2 incontri a nome della squadra e che si dovrà presentare ad ogni partita e deve essere in distinta. NON può essere una delle 3 persone della distinta che entra in campo come allenatore o dirigente della squadra. Il/i rappresentante/i che parteciperanno ai corsi dovranno compilare un apposito modulo.

Il fan mediator può entrare in campo? No. Deve essere presente in mezzo ai tifosi ad ogni partita, per questo non può entrare in campo, se non nel caso in cui debba comunicare urgentemente con la squadra sul comportamento della tifoseria.

Quante persone possono partecipare ai corsi di formazione? Non c’è un limite. Si prende l’attestato da FANS MEDIATOR solo se si partecipa ad entrambi gli incontri.

Che cosa succede se il fan mediator della mia squadra non viene alla partita? -> Penalità. Si rimanda all’articolo regolamento per le sanzioni per la squadra nel caso di comportamenti non corretti del pubblico.

Da chi sono tenuti i corsi? I laboratori sulla prevenzione e contrasto delle discriminazioni rivolto ad operatrici e operatori pubblici e privati del settore sportivo che entrano in contatto con cittadine e cittadini stranieri sono un progetto di Piemonte Contro le Discriminazioni della Regione Piemonte con IRES Piemonte, Fondazione Casa di Carità Arti e Mestieri, En A.I.P. Piemonte e UISP Torino.

Dove trovo il regolamento di Balon Mundial 2018? A questo link

Stretta di mano

Nasce il FAIR PLAY TEAM

Da sempre crediamo che il calcio sia un vettore di valori positivi, accogliente, multiculturale e un momento di emozione e piacere e il Fair Play Team sarà l’alfiere di questi valori cuore di Balon Mundial.

Perché il Fair play Team?

Razzismo e violenza non sono ammessi nei nostri campi e i ragazzi e le ragazze del Fair Play Team si occuperanno di diffondere e difendere campo i valori delle differenze e del fair play.

Attorno ai nostri campi i volontari devono poter saper leggere la partita e intervenire per sospendere, mitigare, segnalare all’arbitro tutti quei comportamenti che allontanano il gioco dall’essere corretto e lontano dallo spirito di Balon Mundial.

Qual è l’idea del Fair play team?

Vogliamo provare a migliorare il calcio di Balon Mundial. Per noi il calcio è gioia, incontro, sfida e conoscenza con tutti e tutte e per tutti e tutte. Ma per giocare raggiungendo questi obiettivi dobbiamo provare a eliminare dal calcio discriminazione e violenza che impediscono di divertirsi, che trasformano il “giocare con” in “giocare contro”.

Con questa idea nasce il Fair Play Team e la figura del Fair Play Mediator di Balon Mundial.

É un’idea nuova che costruiremo insieme, partendo da una base comune con la definizione di discriminazione nello sport e violenza nello sport per poi decidere insieme come intervenire durante e dopo le partite con incontri formativi prima dell’inizio di Football Communities e Balon Mundial, Coppa del Mondo delle Comunità migranti.

Il Fair Play Team costituirà la Commissione Disciplinare che valuterà i referti degli arbitri ma soprattutto i comportamenti delle squadre in campo nei nostri tornei.

Unisciti al fair play team se:

  • credi nel calcio pulito
  • vuoi eliminare violenza e razzismo dal calcio
  • vuoi promuovere un modello di calcio etico e multiculturale
  • se vuoi essere protagonista di Balon Mundial 2018 Coppa del Mondo delle Comunità migranti

Cosa offriamo:

  • corso di formazione sulla discriminazione nello sport (con certificazione regionale)
  • corso di formazione sulla lotta alla violenza nello sport
  • costruzione dei metodi di intervento del Fair Play Team

Cosa ti chiediamo:

  • di partecipare alla formazione (vedi articolo specifico ed eventi su Facebook)
  • di essere disponibile come Fair Play Mediator al torneo di Football Communities (indicativamente le domeniche tra aprile e maggio) e di Balon Mundial 2018 (indicativamente sabato o domenica tra giugno e luglio)
  • di diventare socio dell’A.S.D. Balon Mundial ONLUS

Come partecipare:

COMPILA il modulo di iscrizione 

Per info contattaci a info@balonmundial.it

PARTNER:

Piemonte Contro le Discriminazioni della Regione Piemonte con IRES Piemonte, Fondazione Casa di Carità Arti e Mestieri, En A.I.P. Piemonte e UISP Torino.

 

Dove trovo il regolamento di Balon Mundial 2018? A questo link

carmagnola senza frontiere

Calcio d’inizio per Carmagnola senza Frontiere

Mancano poche ore e inizierà il primo allenamento dei carmagnolasenzafrontiere.

L’idea alla base di questo progetto è la creazione di una squadra carmagnolese di calcio per tutti capace di essere aperta e inclusiva per tutti, dove non saranno i meriti sportivi l’obiettivo ma la capacità di creare uno spazio di incontro per tutti gli appassionati di calcio delle comunità carmagnolesi.

Oggi sarà l’inizio di un percorso e di una nuova sfida ma l’entusiasmo è tanto.
Un grazie a tutti i partner che sostengono l’iniziativa e a RIA che con la donazione dei palloni ci permette di iniziare un nuovo progetto.

carmagnola senza frontiere palloni