Balon Mundial

Football Communities

400

partecipanti

16

squadre maschili

16

centri di accoglienza

6

giornate

OBIETTIVI

  • Riduzione del fenomeno di marginalizzazione, esclusione e discriminazione dei giovani richiedenti asilo e rifugiati presenti sul territorio della città di Torino.
  • Creare uno spazio di incontro innovativo nel panorama italiano che valorizzi e promuova la cultura dello sport inteso come veicolo di promozione sociale e culturale che favorisca la comunicazione e rafforzi le relazioni tra persone.
  • Incremento del capitale di relazioni e del capitale sociale dei giovani richiedenti asilo e rifugiati;
  • incremento delle occasioni di incontro tra giovani richiedenti asilo e rifugiati sia con le comunità migranti del territorio sia con la comunità ospite;
  • promozione dello sport come strumento di benessere psico-fisico all’interno dei progetti di accoglienza e S.P.R.A.R.
  • potenziamento delle reti all’interno delle comunità di provenienza dei giovani richiedenti asilo e rifugiati.
  • rappresentazione differente dell’immagine mediatica di rifugiati e richiedenti asilo;
  • promozione dello sport come strumento di educazione alla cittadinanza;

PARTECIPANTI

I beneficiari diretti sono richiedenti asilo e rifugiati di età minima di 16 anni inseriti in percorsi di accoglienza (SPRAR – Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) e C.A.S..

L’evento vedrà la partecipazione di 16 squadre per un totale di circa 400 giocatori.

Proprio con l’intento di favorire la creazione di reti sociali nuove o l’inserimento in reti già esistenti, siano esse la comunità di origine residente o quella cittadina (italiana e non), l’attività vedrà il coinvolgimento:

    • progetti di accoglienza S.P.R.A.R.  e C.A.S. (n.16 squadre di circa 22 giocatori);
    • le associazioni di comunità migranti residenti ;
  • associazioni con esperienza nel mondo della migrazione, dell’accoglienza e dei servizi che si occuperanno di fornire informazioni per favorire il percorso di inserimento sociale;

STRUMENTI

Nel corso delle attività, lo sport è impiegato nella sua accezione di prevenzione e cura del disagio, che nel caso di richiedenti asilo e rifugiati deriva in larga parte da una migrazione (forzata) che frantuma la rete di legami sociali in cui sono immersi, favorendo situazioni di fragilità sociale, economica e, non di rado, psicologica, che innescano meccanismi di marginalizzazione, esclusione e discriminazione.
Al fine di favorire la creazione di legami e animare l’evento con un condiviso spirito di incontro e fair play verrà dedicata una formazione e un accompagnamento ai responsabili sportivi dei progetti di accoglienza e S.P.R.A.R.

Per favorire l’incontro tra i beneficiari e la comunità residente verrà creata una rete con i leader delle comunità per prepararli all’ingresso nella comunità di appartenenza dei nuovi arrivati.
Al fine di garantire la sicurezza e la tutela della salute dei partecipanti attorno ai campi è prevista la presenza di un’autoambulanza per il primo soccorso.

DOVE E QUANDO

Lo svolgimento dell’attività é prevista presso l’impianto sportivo Regaldi, gestito dalla Circoscrizione 6 del Comune di Torino. L’impianto che per sue caratteristiche presenta un campo di calcio a11, un campo di calcio a 5 e uno di calcio a 8 è situato all’interno di una delle Circoscrizioni con un alto tasso di multiculturalità.

Prima fase | Gironi di qualificazione

30 aprile | 7 maggio | 14 maggio 

8.00 – 20.00

Seconda fase | Quarti di finale

21 maggio 10.00 – 18.00

Semifinali

27 maggio 8.30 – 13.30

Finali

28 maggio 8.30- 13.30

PARTNER

street football world SFW

CONTATTI

Tommaso Pozzato

Coordinatore del progetto

cell: 3319349916

e-mail: info@balonmundial.it

COME ARRIVARE

PARTNER

street football world SFW
Uefa Foundation for children
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia una risposta