Football3 for respect: 1° meeting a Budapest

Eccoci tornati dopo un lungo week end nella caraibica Budapest! Mentre nel territorio piemontese la pioggia era incessante, a Budapest Balon Mundial e gli altri 13 partners hanno potuto partecipare al Fair Play Road Show, e giocare a calcio sotto un sole inaspettato.
Eravamo ospiti dell’associazione Oltalom, che è stata scelta come prima associazione ospitante per il primo meeting all’interno del progetto “Football3 for respect”, in cui Balon Mundial è coinvolta come unica associazione italiana.
Il progetto sostiene tutte le iniziative di sport come strumento di inclusione sociale ed integrazione in 14 organizzazioni europee (Gran Bretagna, Irlanda, Germania, Spagna, Portogallo, Polonia, Bulgaria, Francia, Repubblica Ceca, Italia).
E’ stato un incontro con tutti i coordinatori del progetto per avere modo di confrontarsi con le sfide che ogni giorni nelle realtà locali si devono affrontare.
Abbiamo avuto modo quindi di “affinare il tiro” e confrontarci su quale metodologia sia più efficace ed utile per trasmettere ai nostri giocatori i valori di fair play e rispetto.
E’ stato un modo anche per i nostri capofila di StreetFootballWorld di ascoltare la complessità di ogni realtà locale, e di come ogni organizzazione riesca ad adattare il gioco del calcio in base alle necessità che richiede un determinato gruppo.
E’ emerso che in ogni associazione si devono affrontare delle barriere linguistiche a più livelli, quanto sia difficile altresì coinvolgere ragazze/bimbe, ed infine come il concetto di fair play sia collocato in una posizione in cui competizione pare essere il suo antagonista.
Ecco perché il nostro lavoro diventa fondamentale soprattutto con i più giovani, prossimi nuovi cittadini, protagonisti di un futuro in cui vorremmo che anche lo sport, inteso come strumento educativo, possa avere il peso che merita.
Dopo un brainstorming su come potrebbe migliorare il già eccellente lavoro fatto da Streetfootballworld nel manuale prodotto per i mediatori del football3, ci siamo cambiati le scarpe e siamo scesi in campo!
Quale miglior modo per imparare se non mettendoci in gioco!
La partita, o meglio, le innumerevoli partite di football3 ci hanno fatto sudare e divertire, ed il fair play non è mancato anche tra i più piccoli che giravano per il campetto e che non hanno esitato ad inserirsi nelle squadre.
Abbiamo chiuso questa intensa esperienza con il torneo di Fair Play, in un campo di calcio gonfiabile, in compagnia della squadra dell’associazione Oltalom, una squadra della polizia, ed altre squadre miste.
Abbiamo così avuto modo di valutare anche l’organizzazione dell’evento e poter condividere consigli e reazioni a caldo.
Un ringraziamento a tutti i partners, ed alla passione che ogni associazione sta mettendo in questo progetto.
Dalla nostra parte siamo tornati ancora più carichi e convinti che sì, la strada è lunga… ma è quella giusta!
Elena Bonato
Football 3
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia una risposta