Contro il razzismo PSG e Basaksehir escono dal campo

La partita di ieri sera tra PSG e Basaksehir passerà alla storia nella lotta contro il razzismo nel calcio. 

Per la prima volta, durante una partita ufficiale della massima competizione per club, la UEFA Champions League, tutti i giocatori e dirigenti in campo e sulle tribune hanno scelto di dire no al razzismo. Hanno fermato la partita rifiutandosi di tornare in campo.
La vittima dell’episodio è stato Achille Weba, vice allenatore della squadra turca, ma anche i giocatori del PSG (Paris Saint Germain)hanno scelto di essere solidali al vice allenatore camerunense.
Non è un gesto scontato: ricordate che in Italia ogni caso di razzismo lascia spesso da solo/a la vittima ad affrontare l’offesa subita. Gli arbitri non fermano il gioco, i compagni non intervengono in modo compatto a difesa dell’offeso, i tifosi giustificano i loro comportamenti con lettere indirizzate alla vittima di razzismo.
Un anno di proteste Black Lives Matter ha finalmente diminuito il livello di tolleranza al razzismo dei giocatori al giusto limite: non può essere accettato e the show mustn’t go on.

Scarica le foto del torneo 2022

Per scaricare le foto del torneo Balon Mundial 2022 iscriviti alla nostra newsletter

Grazie, ora puoi scaricare le foto.

Share This